Fase di massa e definizione? Non funziona per tutti, ecco perchè

- Scritto da in Culturismo Notizie e Novità Salute
errori da evitare nell'aumento massa

Come spesso accade nell’ambito delle palestre, si seguono metodi e si assumono integratori solo perché lo fanno i body-builder professionisti. Ecco allora che si generalizza e quello che fanno i migliori diventa l’unico modello da seguire per aumentare la massa muscolare, trascurando però alcune nozioni fondamentali. Ci sono in effetti diversi motivi per cui non dovresti seguire cicli di massa e definizione.

1. In primo luogo nel mondo del professionismo tanti atleti assumono sostanze che cambiano completamente gli assetti in termini di dieta e di allenamento. Per questo gli atleti natural non possono seguire le loro stesse schede di allenamento o i loro programmi alimentari dato che non sortirebbero i medesimi effetti ed anzi in molti casi potrebbero addirittura comportare dei danni.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

BrutalCuts 100cpsDeidroBol 750mg 120cpsRianimaTOR 100cps

Le fasi di massa definizione così come vengono applicate nel mondo del culturismo hanno senso solo su un professionista da gara per motivazioni strettamente ormonali e funzionali all’obiettivo di arrivare al massimo al giorno della competizione.

Fasi di massa e definizione: ecco perchè non vanno bene gli atleti natural

2. Il secondo motivo è che seguire una fase di massa viene spesso associato ad una dieta senza tante preoccupazioni che comprenda anche cibi non del tutto adatti “tanto bisogna semplicemente aumentare l’apporto calorico”.  Questi comportamenti però portano sempre ad un tendenziale innalzamento dell’insulina che è un ormone che accelera i processi di invecchiamento.
Mantenere l’insulina elevata quindi significa far invecchiare il corpo alla massima velocità per via di tutte le stimolazioni ormonali che ne conseguono. Se iniziamo a mangiare quando vogliamo senza regole “perché tanto ci troviamo in fase di massa”, l’insulina e trigliceridi raggiungono picchi pericolosi. Si rischia quindi di velocizzare i processi di infiammazione e di invecchiamento senza ragione, aumentando la massa grassa.

Chiunque invece dovrebbe avere come priorità il controllo della propria insulina, compresi coloro che si allenano, per tante ragioni che corrispondono anche ai punti seguenti.

3. Se non si tiene sotto controllo l’insulina, non si controlla nemmeno il cortisolo che rappresenta l’ormone dello stress con i suoi tipici effetti catabolici. Il cortisolo invece è un ormone che va tenuto strettamente sotto controllo ed arriviamo quindi alla considerazione seguente.

4. Più insulina e più cortisolo abbiamo in circolo e meno testosterone è presente nel sangue.

5. Alzare l’insulina significa attaccare con violenza la tiroide con conseguenze dannose.

6. Quando si sviluppa una resistenza all’insulina è molto più difficile dimagrire e si tratta di un processo piuttosto frequente durante le fasi di massa con la conseguenza di rendere quindi molto più difficili le seguenti fasi di definizione.

7. Quando l’insulina è estremamente alta inoltre è più difficile aumentare i tessuti magri perché i nutrienti tendono ad alimentare in primo luogo le scorte di adipe invece che quelle muscolari.

8. Ogni volta che andiamo ad alimentare il grasso aumentiamo anche le probabilità di ammalarci, mettendo a rischio il benessere e la salute.

9. Ingrassare e dimagrire frequentemente sviluppa più facilmente nuovo adipe e le conseguenze si vedranno sull’epidermide con il successivo dimagrimento, conferendo l’aspetto di tasche svuotate.

Ecco come aumentare i muscoli senza fasi di massa e definizione

Quindi sintetizzando la maniera migliore per creare nuova massa e crescere muscolarmente è tenere bassa la percentuale di grasso. Questo aumenta la sensibilità all’insulina anziché l’insulino resistenza consentendo al corpo di utilizzare con efficacia i carboidrati al fine di aumentare la muscolatura. L’importante è non aumentare e diminuire frequentemente il proprio peso corporeo come accade nei cicli di massa definizione perché si tratta come abbiamo visto di un comportamento non salutare e decisamente non conforme ai risultati che un atleta natural vuole ottenere.