DOMS e body building: se non li sento, è buon segno?

- Scritto da in Culturismo Domande Frequenti Notizie e Novità Salute

DOMS è una sigla che in lingua italiana indica i dolori ad insorgenza ritardata, tutti quei fenomeni più o meno dolorosi ma transitori che si manifestano dopo gli allenamenti più intensi, anche dopo le 24 ore. In palestra sono tanti a farsi domande circa i DOMS: come prevenirli, come comportarsi quando si verificano… ma se non si avvertono dolori al termine del workout, significa che mi sono allenato troppo blandamente e quindi la muscolatura non sta crescendo?

In realtà tutti i personal trainer moderni riconoscono che i DOMS non sono un indicatore circa la qualità del workout ed anzi, nel caso essi si manifestino in maniera acuta, rappresentino un segnale che indica un allenamento non adatto.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Bcaa Kyowa 400cprEvogen Creatine 411gUltra Omega-3 180cps

DOMS e infiammazione: che segni lascia un allenamento efficace

La scelta migliore è sempre quella, sia in ambito atletico che alimentare, di non stimolare gli stati infiammatori e porre in essere tutte le tecniche per evitarli o risolverli. Perchè allora tanti sportivi vogliono avvertire dolori post-allenamento?

La prima motivazione è psicologica, perchè si ha la soddisfazione di percepire concretamente di essersi allenati e impegnati al massimo; il gonfiore e il dolore during-workout non sono legati necessariamente alla crescita delle fibre, anche perchè questo processo ipertrofico avviene nella fase di riposo e non mentre ci si allena.

Inoltre gli atleti cercano i DOMS perchè circola l’affermazione secondo cui più acido lattico è presente e maggiore è il sostegno alla crescita muscolare grazie alla risposta ormonale di reazione.

DOMS, acidità e integratori

Bisogna chiarire in primo luogo che una infiammazione eccessiva non è mai substrato favorevole all’aumento muscolare, perchè un pH troppo acido è tutt’altro che vantaggioso per la salute. Questo è il motivo per cui tanti atleti professionisti preferiscono allenarsi per 15-20 minuti in maniera da contenere la produzione degli ioni lattato.

I DOMS non si manifestano generalmente se si assumono BCAA prima o durante il workout: si tratta di un integratore molto efficace in tal senso e consente di dare regolarità ai propri impegni in palestra.

Alcuni sostengono che se si avverte dolore bisogna attendere che sia passato completamente, prima di tornare in palestra ma ci sono anche opinioni differenti. In caso di forti dolori alcuni preparatori suggeriscono di fermarsi al massimo due giorni e poi riprendere comunque con un workout più leggero, che coinvolga anche la zona infiammata. In questo modo si riduce la sensazione di dolore nel giro di 24 ore.

Tornando al discorso circa i supplementi alimentari, i DOMS riguardano soprattutto gli atleti che lavorano sulla forza e l’ipertrofia e non vanno confusi con l’accumulo di acido lattico nè con le classiche contratture. I DOMS compaiono di solito nel giro di un giorno e possono proseguire per una settimana, ma si possono tenere sotto controllo con il riscaldamento, lo stretching, i giusti carichi di lavoro e il numero di ripetizioni, nonchè con l’integrazione. A tale proposito consigliamo di provare:

  • BCAA da assumere prima, durante e al termine dell’attività fisica
  • vitamina E
  • acidi grassi omega 3
  • aminoacidi EAA
  • creatina
  • abituarsi a bere perchè l’idratazione facilita lo smaltimento delle scorie responsabili dei DOMS.