Dimagrire con la dieta dell’amico

- Scritto da in Dimagrimento

Quante volte siamo rimasti sorpresi incontrando un vecchio amico che prima era in sovrappeso e che ora sfoggia un fisico invidiabile?  Ecco il principio, molto basilare, della dieta dell’amico, perché non provare la sua stessa dieta? Il passaparola in fatto di diete non è solo una vecchia abitudine tra buoni amici ma ha valore scientifico. Da oggi, infatti, anche uno studio scientifico, consiglia di seguire la dieta dell’amico per perdere peso.

Uno studio condotto presso l’Università di Buffalo e pubblicato sul “Journal of Healthcare Engineering” ha confermato che un regime alimentare abbinato ad un piano di allenamento può dare ottimi risultati anche su soggetti diversi. In poche parole la dieta dell’amico aiuta a dimagrire in quanto rappresenta un piano nutrizionale studiato su una persona che può avere effetti positivi anche su soggetti diversi.

Il segreto è tutto nell’influenza positiva esercitata dall’amico o da una persona che racconta come è riuscito a raggiungere il suo peso forma. Il team di ricercatori, nel presentre le conclusioni finali allo studio, ha infatti esaminato anche gli impatti sociali di un piano di dimagrimento di successo. Questo principio è infatti molto utilizzato anche nel marketing e nella promozione di programmi per dimagrire, con molta probabilità vi sarà capitato di imbattervi in pubblicità e televendite con personaggi virtuali che affermavano di aver perso peso seguendo un programma alimentare o con vip impegnati a passare gran parte della giornata in palestra, per poi presentare un prodotto per dimagrire. Bene, i ricarcatori hanno appunto osservato il livello di persuasione, riscontrando ottimi risultati negli individui con minore popolarità, l’amico comune, il vecchio amico di scuola quindi.

Questo meccanismo inconscio spiega quindi il principio fondametnale per cui la dieta dell’amico aiuta a dimagrire invogliando la persona comune ad avvicinarsi ad uno stile di vita migliore, più sano ed equilibrato.