Dimagrire con gli amminoacidi: glutammina, arginina e GABA

- Scritto da in Integratori

Dimagrire con gli amminoacidi è possibile, grazie alla loro funzione che preserva la massa muscolare dal catabolismo, conseguente alla restrizione calorica. Quando si mangia meno di quanto si consuma, il corpo inizia a cercare energia non più solo dalle riserve di grassi e zuccheri ma anche attraverso la demolizione delle proteine che costituiscono i muscoli. La muscolatura inizia così a raggrinzire e perdere massa e tono, per essere utilizzata nella gluconeogenesi.

Dimagrire con gli amminoacidi: ecco come funzionano

Ogni aminoacido svolge funzioni specifiche e nella sua attività è influenzato da molteplici fattori: l’integrazione proteica e/o amminoacidica può comunque essere un valido sostegno per conservare la propria massa muscolare e sostenere le funzioni metaboliche: questo è ancora più importante se stiamo parlando di soggetti con uno stile di vita particolarmente attivo come gli sportivi o chi segue una alimentazione povera di proteine.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Aakg Force 1000 90cpsGABA 90cpsGlutammina Kyowa 200g

Gli aminoacidi contenuti nei supplementi possono avere origine animale o vegetale e questa differenza è importante per stabilire la qualità e l’efficacia dell’integratore che andremo ad ingerire. Affinchè l’integrazione porti dei risultati è altrettanto importante capire l’apporto calorico e proteico della dieta che si sta seguendo e il reale fabbisogno di aminoacidi, stabilendo l’esatta quota da integrare in relazione alla propria attività fisica, allo stato di salute e via dicendo. Per quanto riguarda gli aminoacidi naturali, se ne consiglia indicativamente una dose giornaliera tra i 5 e i 20 grammi.

Aminoacidi per dimagrire: quali sono i migliori?

Abbiamo detto che ogni aminoacido è diverso dall’altro e svolge compiti differenti: quali sono quindi quelli che più interessano il processo di dimagrimento? Si tratta Della fenilanina, del triptofano e della carnitina. La fenilalanina determina la sensazione di appetito e insieme al triptofano aiuta a controllare proprio il senso della fame; la carnitina invece prende parte al metabolismo dei lipidi, attivandoli come fonte energetica anzichè destinandoli allo stoccaggio.

La glutammina oltre a ridurre il desiderio di ingerire zuccheri ed alcol, contrasta l’accumulo dei grassi poichè può essere trasformata in glucosio dai reni senza incidere sull’insulina e il glucagone: in questo modo sostiene una fonte energetica supplementare evitando l’accumulo dei lipidi, ed è anche un precursore indiretto della somatotropina.

L’arginina, associata all’attività fisica, è importante in un programma di dimagrimento poichè sostiene la massa muscolare e favorisce l’utilizzo dei grassi, stimolando il rilascio dell’ormone GH, e dell’ossido nitrico, una sostanza vaso dilatante che aumentando il pompaggio determina un migliore utilizzo dei carboidrati e dunque facilita la lipolisi.

I ramificati (BCAA) sono integratori noti per la loro attività di accrescimento muscolare ed inoltre aumentano il dimagrimento e la perdita del grasso adiposo. Studi di laboratorio condotti su sportivi hanno mostrato che gli atleti che assumevano proteine del siero di latte e BCAA perdevano il doppio del grasso corporeo rispetto all’altro gruppo che aveva integrato solo proteine del siero.

Menzioniamo infine il GABA, una sigla che indica un importante neurotrasmettitore scoperto il secolo scorso capace di stimolare la produzione del già citato ormone GH, responsabile dello smaltimento lipidico e dell’accrescimento muscolare. Uno studio ha mostrato due gruppi di individui che dopo l’assunzione di un integratore di GABA ha mostrato un aumento del 400$ dell’ormone della crescita, sia a riposo, sia con una sessione di allenamento intensa (in quest’ultimo caso la percentuale è stata ancora più elevata).