Dieta Atkins per perdere peso: scopri di cosa si tratta

- Scritto da in Alimentazione Dimagrimento
dieta atkins 4 fasi per dimagrire velocemente

Dieta Atkins è un regime alimentare noto anche come “dieta della proteina”: sostanzialmente essa prevede la restrizione dei carboidrati con lo scopo di garantire una perdita di peso in un breve arco di tempo. Questa dieta è stata inventata da Robert Atkins che ha al suo attivo diverse pubblicazioni che ne descrivono il funzionamento e forniscono consigli sull’applicazione pratica, tenendo in considerazione la forma fisica di partenza.

Applicando i principi di questa dieta, il metabolismo viene alterato: la riduzione dei carboidrati induce il corpo ad utilizzare i grassi come substrato prioritario energetico, sostenendo la perdita dei chili di troppo.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Multi-V Daily Nutrient 30 packOmega 3-6-9 100 softgelsVita B+ 90cps

Dieta Atkins: le quattro fasi

La dieta si suddivide in quattro fasi che possono essere modificate e quindi estese in base alle necessità di ogni individuo, in funzione dei kilogrammi da perdere.

La prima fase è detta di induzione e ha l’obiettivo di fornire un nuovo stimolo all’organismo. Inizialmente il consumo di zuccheri viene ridotto a 20 g al giorno e gli alimenti da preferire dovranno essere sostanzialmente vegetali ricchi di vitamine, minerali e fibre ma poveri di carboidrati. Questo processo durerà almeno due settimane e se i kilogrammi da perdere in tutto sono pochi si può procedere alla fase successiva senza prolungare la prima fase. Durante l’induzione si prevede una perdita tra i due e i cinque chili di peso ogni settimana.

La maggior parte delle persone che iniziano questa dieta nota presto i primi cambiamenti, anche se non tutti gli individui rispondono con la stessa velocità, dato che il metabolismo e l’attività fisica praticata non sono uguali per tutti.

Dieta Atkins: consigli pratici per la fase 1

L’autore consiglia di consumare tre pasti normali al giorno oppure cinque pasti più piccoli, facendo in modo di non rimanere mai a digiuno per oltre sei ore. In ogni pasto deve essere presente un quantitativo paro a 115 – 175 g di proteine, provenienti da legumi, altre fonti vegetali e animali. A seconda della propria struttura fisica è possibile arrivare a 220 g di proteine per ogni pasto. Attenzione agli zuccheri che vengono addizionati negli alimenti di origine animale, come capita spesso per gli insaccati.

  • L’olio va utilizzato preferibilmente a crudo e accompagnato a piacere da condimenti quali basilico, peperoncino, origano, rosmarino, aglio.
  • I 20 g di carboidrati al giorno devono provenire per la maggior parte dal legumi e vegetali, tra i quali vengono consigliati broccoli, cavoli di Bruxelles, rucola, lattuga, melanzana, rapa, pomodori, zucca… Per quanto riguarda la frutta, essa viene introdotta direttamente nella fase successiva (melone, fragola, avocado).
  • Bisogna evitare per quanto possibile alimenti confezionati
  • I dolcificanti consentiti sono la stevia, lo xilitolo, il sucralosio, la saccarina
  • Idratarsi con almeno 2 litri di acqua al giorno, infusi e consumare caffeina con moderazione
  • Gli integratori consigliati sono i multivitaminici e gli omega tre
  • Quando si è costretti a mangiare fuori casa, evitare cibi confezionati con farine, fritti e zuccheri raffinati
  • Non bisogna mai restare affamati nè consumare alcolici

Dieta Atkins: le fasi successive

  • Quando mancano circa 7 chili al raggiungimento dell’obiettivo di peso, si può passare alla seconda parte della dieta chiamata “perdita di peso continua” che serve per scoprire la quantità di carboidrati ideale per continuare a perdere peso. In questo senso quindi viene aumentata gradualmente la porzione di legumi per consentire una quota di 25 g di carboidrati al giorno.
  • La terza fase di “pre-manutenzione” comincia quando mancano circa 4,5 chili all’obiettivo e la quantità di carboidrati viene ulteriormente incrementata: questo periodo può durare dai due ai tre mesi.
  • L’ultima fase è detta di “manutenzione” e consente di assumere 100 g di carboidrati al giorno.

Questo tipo di dieta funziona nell’ambito della perdita di peso se supportata adeguatamente anche da una regolare attività fisica. Il basso apporto di carboidrati e l’esclusione della frutta nella prima fase potrebbero essere oggetto di numerose considerazioni, tuttavia in questo articolo abbiamo voluto limitarci ad esporre i punti principali del regime Atkins.