Come mangiare bene quando si va in palestra

- Scritto da in Domande Frequenti Salute

Quando si parla di come mangiare bene, soprattutto quando si pratica sport o più semplicemente con un obiettivo di salute e benessere generali, si tocca un tasto dolente. Per la maggior parte di noi, non è un grande problema trovare la motivazione di andare in palestra e faticare in quei 60 minuti, la questione diventa però più difficoltosa quando si affronta il tema dell’alimentazione.

Bisogna infatti mettere in discussione le proprie convinzioni, le solite abitudini, la possibilità di dover sacrificare alcune voglie: tante persone si sono così assuefatte ad alcuni sapori che la normalità sembra non essere scalfibile. Gli italiani poi hanno una difficoltà ulteriore per via dell’enorme varietà di sapori cui sono abituati!

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Rice Protein 500gBcaa 2:1:1 300cpsDiablo Fat Burner 120cps

Come mangiare bene? Ecco cosa devi considerare

Tutto questo può andare benissimo per chi non ha particolari esigenze nella propria attività fisica, per chi è appassionato di sagre e fiere, per chi ogni giorno preferisce mangiare fuori e godersi i piaceri del palato piuttosto che andare a sudare per tenersi in forma: ognuno conduce la propria vita come preferisce e magari tutti passiamo attraverso fasi diverse. Tuttavia quest’atteggiamento non collima con chi vuol dedicarsi seriamente all’obiettivo di migliorare la composizione corporea e/o le prestazioni.

La nutrizione a maggior ragione non andrà lasciata al caso, per ottimizzare gli sforzi profusi nella pratica fisica, e comunque con un po’ di fantasia e creatività anche piatti fitness possono diventare particolarmente sfiziosi.

Non serve mangiare tonno e riso tutti i giorni! Tuttavia non si può pensare di nutrirsi di lasagne e dessert quotidianamente: la mentalità va cambiata.

I cibi da preferire: come mangiare bene

I cibi migliori sono quelli non lavorati. Acquistiamo quindi prodotti interi e integrali: per la maggior parte delle persone il glutine andrebbe totalmente eliminato (o almeno sostituito con i grani antichi) e abbondare di frutta e verdura.

Mangiare bene significa nutrirsi di quello che abbiamo preparato noi dato che ciò che pronto all’uso e confezionato andrebbe lasciato sullo scaffale.

Chi afferma che tutto è comunque pieno di prodotti chimici e non serva prestare attenzione a ciò che si compra, lo dice solo per giustificare le proprie scelte di comodo ma il cibo sano esiste ancora, tuttavia va riconosciuto e bisogna avere la voglia di impegnarsi!

Chi si nutre di derivati animali ad esempio dovrebbe assolutamente preferire quelli provenienti da allevamenti dove gli animali vivono in libertà e quindi non intensivi (apparte l’etica, il gusto e le proprietà nutrizionali sono estremamente differenti), scegliere frutta e verdura di stagione dal contadino o azienda del territorio e così via.

E il costo? Certo, i salumi del discount costano molto meno e anche un menu del fast food ti sazia… ma la salute e il benessere che inseguiamo andando in palestra, dove va a finire? Qualcuno dice che quello che si risparmia in tempo oggi, si ripaga in salute domani!

A ognuno la sua dieta: come mangiare bene

Ogni individuo ha le sue caratteristiche fisiche e metaboliche che determinano il miglior approccio alimentare, non esiste una dieta perfetta che vada bene per chiunque nè un numero di uova o di banane che si possono mangiare ogni giorno per restare in forma!

Non esistono numeri fissi ma solo il buon senso, senza esagerare con le proteine e senza demonizzare gli zuccheri o i grassi: quelli buoni sono a dir poco fondamentali per la salute e anche per chi deve dimagrire. Attenzione inoltre all’affermazione “meglio mangiare poco di tutto” perché questo modello universale non ha senso per chi si allena con regolarità e intensità, dato che gli obiettivi di prestazione e di estetica sono differenti da chi conduce una vita sedentaria.

Chi si allena deve mangiare: ridurre le calorie in maniera drastica non fa altro che rallentare il metabolismo, ottenendo l’opposto di quello che si vuole ricavare. Avere un proprio piano alimentare, sano e vario, non significa essere fissati ma consapevoli: con il giusto carburante, il tuo corpo può portarti ovunque!