Come dimagrire più velocemente grazie agli integratori

- Scritto da in Dimagrimento Integratori
integratori termogenici e acetil carnitina per dimagrire

In questo articolo affrontiamo il tema del dimagrimento dal punto di vista della supplementazione sportiva analizzando due categorie di integratori: i termogenici e l’acetil carnitina. Entrambi concorrono ad accelerare la perdita di peso, a patto che si osservino al contempo una dieta mirata e un adeguato programma sportivo.

Il ruolo dell’integratore alimentare è quello di aggiungere ciò che manca alla normale alimentazione e per quanto riguarda gli sportivi, esso diventa un reale sostegno per ottenere più rapidamente i risultati sperati. Chi pratica una attività fisica intensa come il bodybuilding mangia di più e più spesso rispetto ad una persona sedentaria e non sempre è facile assumere i quantitativi corretti di tutti i nutrienti rispettando il bilancio calorico (che è positivo nella fase di crescita e negativo quando si vuole dimagrire). I supplementi però sono in questo senso un valido aiuto poichè si possono dosare e preparare con estrema facilità, consentendo di risparmiare denaro e tempo che si può dedicare anzichè alla cucina, alla palestra o alle altre attività della vita.

Termogenici e dimagrimento: ecco perchè funzionano

Il funzionamento dei prodotti termogenici sta nell’aumentare il dispendio calorico producendo calore ed energia: il metabolismo accelera consentendoci di bruciare più calorie. La termogenesi avviene sotto forma di differenti processi ma quello che più interessa lo sportivo che assume integratori è la termogenesi postprandiale. Questi supplementi inducono il metabolismo a produrre calore e conseguentemente a bruciare più calorie, mentre si porta a compimento la digestione.

Il termogenico, come accennato, funziona come sostegno dimagrante se si osserva il principio del bilancio calorico negativo, ossia “brucio più calorie di quelle che assimilo mangiando”. Esistono due varietà di termogenici bruciagrassi, quelli che sostengono il 75% della termogenesi ossia quella postprandiale indotta dalla dieta e quelli che si occupano del rimanente 25% ossia la termogenesi indotta da sostanze nervine con proprietà analoghe alla caffeina (che risulta tra l’altro uno degli ingredienti più diffusi per costo ed efficacia tra i termogenici sportivi).

I termogenici come la caffeina, stimolano la secrezione delle catecolammine (adrenalina, noradrenalina, dopamina) agendo sul sistema nervoso e questo ha diverse conseguenze: aumento del metabolismo, del battito cardiaco, dell’ossigenazione dei tessuti e una maggiore energia da destinare all’allenamento.

Acetil carnitina per la perdita di peso

Anche l’acetil carnitina è un ingrediente utilizzato per dimagrire e la chiave della sua efficacia risiede nel miglior trasporto degli acidi grassi che incentiva la lipolisi e quindi la perdita del grasso. Quando si assume acetil carnitina, essa viene subito convertita in carnitina libera da appositi enzimi: questa carnitina trasporterà i grassi nei mitocondri trasformandoli in energia e questo si traduce in un doppio vantaggio: più grasso bruciato e più energia durante il workout.

Dall’attività di lipolisi oltre agli acidi grassi che vengono trasportati nelle unità energetiche cellulari si libera anche glicerolo: il glicerolo libero nel sangue grazie alla sua proprietà osmotica, aumenta il pompaggio e quindi il volume muscolare. Oltre al ricercato seppur transitorio effetto pump, questo consente anche migliori risultati di massa e forza, poichè aumentano i substrati plastici ed energetici per la muscolatura.

L’acetil carnitina inoltre è considerata anche un anticatabolico che agisce in maniera indiretta: in carenza di zuccheri il metabolismo può attaccare il muscolo per ricavare gli aminoacidi da destinare alla gluconeogenesi ma se l’organismo trova invece buone quantità di acidi grassi, l’energia verrà prodotta in maniera alternativa, bruciando appunto il grasso e risparmiando la muscolatura.