Come dimagrire in fretta: acetil carnitina e termogenici

- Scritto da in Dimagrimento
come-dimagrire-in-fretta con integratori

Vediamo in questo approfondimento come dimagrire in fretta grazie all’uso degli integratori, dal punto di vista dello sportivo. Analizzeremo in particolare due famiglie di supplementi, l’acetil carnitina e i termogenici: entrambi hanno lo scopo di incentivare la perdita di peso e risultano realmente efficaci se vengono assunti nell’ambito di una dieta adeguata e un piano di allenamento appositamente calibrato.

In tanti si chiedono come dimagrire in fretta utilizzando solo supplementi alimentari, tuttavia questo atteggiamento non porterà alcun risultato. Gli integratori, come il loro nome ricorda, sono una semplice aggiunta alla normale alimentazione e chi vuole perdere peso deve necessariamente modificare anche le proprie abitudini a tavola (oltre che quelle in palestra), soprattutto se si cercano risultati in breve tempo.

Un altro aspetto che non va mai dimenticato nel dimagrimento è il bilancio calorico negativo, ossia la differenza tra calorie assunte e bruciate: dobbiamo consumare più di quanto introduciamo e possiamo farlo più facilmente grazie agli integratori, con un risparmio di tempo e denaro che si può dedicare, anzichè alle preparazioni in cucina (un bodybuilder ha bisogno di mangiare 5/6 pasti al giorno), ad allenarsi meglio e/o a rilassarsi.

Come dimagrire in fretta: il ruolo dei termogenici

I termogenici funzionano attraverso l’aumento del dispendio calorico, con la produzione di calore ed energia: il nostro metabolismo viene accelerato e questo consente di consumare più calorie. La termogenesi si svolge attraverso diversi meccanismo, ma il processo più interessante per chi assume integratori e pratica sport è sicuramente la termogenesi post-prandiale. I termogenici quindi accelerano la combustione calorica mentre l’organismo è impegnato nella digestione dei nutrienti.

Come dimagrire in fretta con un termogenico? Dobbiamo facilitare il lavoro dell’integratore osservando il bilancio calorico negativo, dato che questo tipo di supplemento inizia a diventare determinante sul pareggio calorico. Esistono due tipi di termogenici brucia-grassi, quelli che si occupano di accelerare la termogenesi della dieta e quelli che accelerano il metabolismo con proprietà analoghe alla caffeina.

I termogenici che contengono caffeina stimolano la secrezione di ormoni che aumentano il metabolismo, accelerano il battito del cuore e l’ossigenazione del tessuto muscolare, garantendo una maggiore energia per allenarsi. Questi ormoni in particolare sono le catecolammine, ossia dopamina, adrenalina e noradrenalina.

Come dimagrire in fretta con l’acetil carnitina

L’acetil carnitina è diventato un ingrediente particolarmente ricercato negli integratori per la perdita di peso e la sua efficacia è comprovata da numerose ricerche scientifiche: essa accelera la lipolisi e la degradazione dei grassi attraverso la sua attività di carrier degli acidi grassi, che vengono trasportati attraverso la membrana cellulare fino ai mitocondri.

In questa sede, gli acidi grassi verranno bruciati a scopo energetico, quindi abbiamo una doppia valenza dell’acetil carnitina che da un lato ci consente di perdere grasso e dall’altra ci fornisce il carburante per allenarci al meglio. Quando l’acetil carnitina lavora sugli acidi grassi, viene liberato anche glicerolo: questa sostanza libera nel sangue ha proprietà osmotiche che aumentano il pumping e il volume del muscolo. Questo effetto, seppur transitorio, è particolarmente apprezzato in palestra poichè fa apparire i muscoli al massimo delle loro dimensioni per via della maggiore irrorazione. Inoltre, il maggiore nutrimento ai muscoli, consente un workout più efficiente in termini di risultati di massa e forza fisica.

Se quanto detto non fosse già sufficiente a decantare le lodi dell’acetil carnitina, aggiungiamo che essa è considerata anche un ingrediente anticatabolico indiretto, che contrasta cioè la perdita della massa muscolare. Succede infatti che quando siamo in carenza di zuccheri, il metabolismo può ricavare aminoacidi per la gluconeogenesi prelevandoli proprio dalla muscolatura. Se però noi rendiamo disponibili gli acidi grassi, che vengono appunto mobilitati dalla carnitina, soprattutto nella sua forma acetilata, l’energia verrà prodotta appunto a partire dal grasso, risparmiando la fibra muscolare.