Chi usa i tubi nell’intestino, chi si dà allo yoga. Le stranezze dei vip in materia di salute

- Scritto da in Domande Frequenti Notizie e Novità Salute

Chissà se alcune celebri e quantomai seguite serie televisive mediche made in America, come Dr. House – Medical Division, Greys’s Anantomy o E. R. – Medici in prima linea, avranno insegnato qualcosa di saggio ai tanti vip che passano le loro giornate a sperimentare le “cure” più bizzarre ed eccentriche. Sì, perché in fatto di salute, il mondo dei personaggi dello spettacolo si contraddistingue per le sue innumerevoli stravaganze, e, come ha riportato il «Daily Mail», queste stesse stravaganze non passano certo inosservate alla “gente comune”. Pare infatti che quattro donne su cinque si facciano abbindolare dai rimedi inutili e spesso pericolosi adottati dalle celebrità dello star system. L’ultima trovata? Quella del cupping, tazzine bollenti che vengono applicate sul corpo per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica. Le stesse tazzine che hanno lasciato “segni vistosi” sul corpo della bella attrice statunitense Gwyneth Paltrow, apparsa – come ricorda ancora il noto tabloid britannico – con evidenti scottature circolari sulla schiena in alcune serate di gala.

Per stilare una lista delle tendenze più “esclusive” che circolano tra i vip, la società Aviva ha realizzato un sondaggio, coinvolgendo duecento medici generici, che si sono prestati a svelare i rimedi che fanno tendenza nel jet-set. Dopo il cupping della bionda star di Sliding Doors, al secondo posto troviamo l’irrigazione del colon (con molte probabilità praticata anche dall’incantevole Ben Affleck), messa a punto attraverso un tubo che ha l’ingrato compito di ripulire l’intestino dalle scorie. In terza piazza, ecco il kit fai-da-te per scoprire le intolleranze alimentari, che l’ex Spice Girl Geri Halliwell avrebbe comprato sul web per la “modica” cifra di 275 sterline (circa 300 euro). Ma vediamo le altre stravaganze di questa top ten… Al quarto posto troviamo le diete disintossicanti, al quinto quelle macrobiotiche, al sesto l’aromaterapia (un ramo della fitoterapia, che usa gli oli essenziali, ossia le sostanze volatili e fortemente odoranti delle piante), al settimo la riflessologia (un pratica di medicina alternativa, che consiste nella stimolazione, tramite un particolare massaggio o tocco, di zone del corpo chiamate “punti riflessi”), all’ottavo le iniezioni di vitamina B12, al nono una versione estrema dello yoga. In ultima piazza, un “rimedio” che i più stressati di noi comuni mortali invidieranno senz’altro alle celebrità: una notte (o più) in una health farm. E questo, per chi può permetterselo, è un ottimo modo per dedicarsi alla propria salute psico-fisica.