Caseina micellare e ipertrofia: il top prima di dormire

- Scritto da in Integratori

La caseina micellare è un integratore alimentare ricavato dal latte e appartiene al macro gruppo delle caseine, che rappresentano la maggiore frazione proteica di questo alimento. Le caseine del latte si presentano soprattutto sotto la forma di micelle, ossia macro aggregati di proteine sferiche che sono orientate nella massa lattea con l’estremità idrofila verso l’esterno e quella idrofoba verso la parte più interna: questa caratteristica chimica determina le proprietà di tali caseine, tra cui quella di creare una sorta di gel nello stomaco, che viene digerito in diverse ore.

Caseina micellare: chimica e digeribilità

Le micelle sono aggregazioni di submicelle ed ogni submicella è costituta da tante molecole di caseina che però differiscono tra loro ed in particolare se ne individuano 4 varietà: 3 idrofobe (beta caseina, alfa s 1 e alfa s 2 caseina) e una più idrofilica, la k caseina. Dentro ogni micella si trovano sali minerali, che ne stabilizzano la struttura e piccole quantità di lattosio, mentre al di fuori della micella si trova il siero di latte (che contiene lattosio) le siero proteine e ioni organici.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Matrix 2.0 986gMicellar Casein 2kg100% Casein Complex 2,35kg

Le dimensioni delle micelle variano per ogni specie animale e ne determinano la digeribilità: le micelle del latte di donna ad esempio hanno un diametro più piccolo rispetto quelle del latte vaccino che pertanto risulta meno assimilabile. Gli enzimi preposti alla proteolisi infatti devono scindere queste grandi micelle prima di poter digerire la sostanza proteica all’interno: più piccole sono le micelle, minore è la superficie da lavorare prima della digestione.

Le caseine tendono chimicamente a formare micelle, (strutture che sono resistenti al calore e alla disidratazione) e per questo rappresentano negli integratori proteici una tipica fonte a lento assorbimento. Questa caratteristica le rende ideali prima di coricarsi, poichè gli aminoacidi sono dilazionati nell’arco della notte e messi in circolo un po’ alla volta. Per la stessa motivazione, a pari dosaggio, hanno un indice insulinico più basso e un potere saziante più elevato rispetto alle proteine del siero del latte. Assumendo il supplemento di caseine prima del riposo notturno o comunque lontano dall’allenamento, si stimola la sintesi di nuove proteine e si limitano i danni del catabolismo legati al digiuno notturno, in quanto questa tipologia di materia proteica, determina un rilascio degli amminoacidi piuttosto lento.

Caseina micellare: come si ottiene e quali caratteristiche

Le caseine micellari si ottengono lavorando la sostanza proteica con appositi filtri meccanici con proprietà semi permeabili o iono selettive, che definiscono il grado di purezza dell’integratore nel suo complesso. Come analogamente accado con le proteine del siero, anche le micellari si distinguono per come vengono filtrate e si parla in particolare di microfiltrazione e ultrafiltrazione: più la proteina micellare è pura, maggiore è il contenuto di grassi, lattosio e sali minerali presenti.

Il vantaggio di questo tipo di proteine (che risulta leggermente meno pura rispetto al calcio caseinato) è che mantiene la struttura micellare originaria, preservandone la funzione biologica (assente nel calcio caseinato per via dei processi chimici subiti durante la lavorazione). Chi solitamente presta molta attenzione alle etichette, avrà spesso notato tra gli ingredienti di un supplemento di proteine micellari anche la lecitina di soia: essa viene aggiunta per migliorare la solubilità del composto, in maniera da risultare di immediato utilizzo (preparazione istantanea).