Caratteristiche della carnosina integratore: come si usa e perchè

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità Sport
carnosina integratori per la performance

La carnosina è un dipeptide costituito da due aminoacidi, particolarmente presente nel cervello e nei tessuti muscolari così come in altri organi. Il nostro corpo la produce naturalmente ed in caso di necessità esistono degli integratori specifici per aumentarne la concentrazione. Di solito si suggerisce di assumerla in concomitanza a un supplemento di beta alanina: quale legame esiste tra questi due prodotti?

La beta alanina è un aminoacido che non va a costituire proteine o enzimi ma funziona proprio come precursore della stessa carnosina: come avevamo anticipato infatti la carnosina è formata da due aminoacidi uno dei quali è la beta alanina mentre l’altro è l’istidina. L’unione di questi aminoacidi determina una delle sostanze più popolari nel mondo della nutrizione sportiva. Perché allora non si integra direttamente la carnosina e perché oltre alla beta alanina non aggiungiamo anche l’altro aminoacido precursore ossia l’istidina?

Carnosina integratore e beta alanina: come vengono assimilate

Ecco le risposte: quando la beta alanina non è sufficiente, il corpo non riesce a produrre carnosina, inibendo tutte le funzioni essenziali delle cellule. In aggiunta, numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che un’integrazione esterna di istidina presa singolarmente non influenzi le scorte di carnosina.

Il nostro corpo infine è capace di assorbire molto più velocemente beta alanina da sola, rispetto alla stessa carnosina.

5 cose da sapere sulla carnosina integratore

  1. Grazie a questo integratore i muscoli possono essere costruiti più rapidamente dato che assumendolo gli atleti riescono ad effettuare alcune serie e ripetizioni ulteriori;
  2. con un supplemento di carnosina si acquisiscono una maggiore resistenza muscolare, una migliore capacità di concentrarsi, si recupera più rapidamente e si raggiunge una maggiore capacità di lavoro complessivo;
  3. per quanto riguarda il dosaggio di beta-alanina, gli sportivi ne devono assumere almeno 90 g per 28 giorni con una media di 3,2 g quotidiani. Questa è la soglia suggerita dalla letteratura scientifica specializzata;
  4. è importante ricordarsi di utilizzare l’integratore ogni giorno, non solo quando ci si allena (come accade per altri prodotti). Tuttavia una strategia per raggiungere la posologia migliore è assumere un quantitativo leggermente superiore nei giorni di workout e un dosaggio più basso quando ci si riposa. È importante individuare e conservare gli stessi dosaggi di allenamento e di mantenimento.
  5. La beta-alanina lavora in sinergia con creatina ed arginina: esse possono essere assunte separatamente oppure in formule già pronte e commercializzate, per sfruttarne i benefici effetti reciproci.

Beta alanina e carnosina integratore, spinta ergogenica per la palestra

La beta alanina si può quindi definire un integratore di carnosina con effetto ergogenico perché consente di migliorare le performance fisica, sia negli sport di breve durata e alta intensità, sia in quelle di resistenza e combattimento.

Dal body-building alla corsa, dal tennis all’MMA, grazie alla carnosina l’atleta riesce a contrastare l’eccessiva acidità del sangue che si sviluppa a seguito di un importante sforzo fisico, attraverso la sua capacità da tampone che riduce la concentrazione degli ioni H+.

Grazie all’integratore di beta alanina e quindi agli aumentati livelli di carnosina si riesce ritardare il senso di affaticamento muscolare consentendo di allenarsi più a lungo e con una performance migliore. Si tratta di meccanismi fondamentali sia per l’aumento della massa che della forza e della resistenza fisica. In assenza di carnosina il tessuto muscolare sarebbe attaccato dall’acido lattico comportando scompensi e stress.