Caffeina per contrastare indolenzimenti muscolari

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità
caffeina anidra per lo sportivo

La caffeina è un integratore tra i più utilizzati in assoluto perché migliora la prestazione atletica, riduce l’affaticamento e favorisce il metabolismo dei grassi. Secondo una recente ricerca, alcuni scienziati sostengono che esso sia efficace anche contro i dolori muscolari.

Lo studio ha coinvolto un gruppo di uomini che si sono astenuti dall’assumere caffeina per una settimana: il gruppo è stato diviso in due unità di osservazione. Una ha assunto placebo e l’altra caffeina in proporzione al peso, con una dose media di 385 mg al giorno. Dopo aver sostenuto un allenamento intenso per i bicipiti, nei giorni successivi i partecipanti sono stati interrogati circa i loro livelli di dolore muscolare.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Caffeina+ 100cpsL-Carnitine 1500 + Caffeina 700mlThe Curse 250g

Caffeina e dolore muscolare: quanta ne serve

Si è notato che il gruppo che ha assunto caffeina ha riportato livelli di dolore decisamente più bassi rispetto al gruppo placebo e questa differenza si è verificata ogni giorno successivo, con maggiore intensità nei giorni 2 e 3. In particolare il gruppo placebo notava molto più dolore al tatto fino a due giorni dopo il test.

Oltre a questo risultato inerente il dolore muscolare, la ricerca ha riscontrato gli effetti della caffeina che già si conoscevano: un numero di ripetizioni e uno sforzo massimo più elevato in media del 50% oltre ad un minore senso di affaticamento.

Un dosaggio pari 5 mg per ogni chilo di peso è risultato particolarmente efficace nel miglioramento delle prestazioni così come nella riduzione dell’sintomatologie dolorose.

Altri studi su questo principio attivo hanno evidenziato la sua capacità di prevenire l’invecchiamento muscolare e migliorare la produzione energetica.

La caffeina è una sostanza particolarmente comune nell’ambito dell’integrazione ed è presente nelle formule di tanti prodotti, dalle bevande energetiche ai gel sportivi, fino alle miscele studiate per la perdita di peso.

Dimagrimento e sostegno ergogenico: tutti i ruoli della caffeina

La caffeina viene considerata un potente sostegno ergogenico da utilizzare con efficacia sia in allenamento che durante le competizioni. La caffeina non interviene direttamente sul consumo dell’ossigeno ma può consentire agli atleti di allenarsi più a lungo e con una maggiore potenza. È stato inoltre dimostrato come un’integrazione di caffeina possa incrementare la velocità o la potenza anche in condizioni di stress (come durante una competizione).

Pur essendoci meno materiale scientifico inerente al rapporto tra caffeina e aumento della forza, uno studio recente suggerisce una maggiore capacità di resistere alla fatica. La caffeina può interagire con alcuni farmaci ed è bene consultarsi con uno specialista per verificare la compatibilità fra l’assunzione di questo integratore e altri medicinali.

Non è ancora del tutto chiaro come la caffeina riesca a produrre i suoi effetti tuttavia si suppone che essa intervenga migliorando l’ossidazione dei grassi consentendo di risparmiare glicogeno muscolare. La caffeina lavora creando un ambiente intracellulare ionico favorevole l’attività muscolare e migliorando la produzione della forza generata da ogni gruppo.

Per quanto riguarda il sostegno al dimagrimento la caffeina si rivela sicuramente utile per tenere elevato metabolismo e aumentare l’attività brucia grassi, tuttavia essa va utilizzato nell’ambito di un programma sportivo adeguato e una dieta mirata al risultato.
Solo con il deficit calorico infatti la caffeina potrà efficacemente sostenere la perdita di peso, aumentando le calorie bruciate a fronte di quelle assimilate. Solo quando infatti assumiamo meno calorie di quelle utilizzate è possibile dimagrire.