Barrette proteiche, energetiche e sostitutive dei pasti: come scegliere le migliori

- Scritto da in Integratori
barrette proteiche

Le barrette proteiche ed energetiche si possono acquistare ovunque e il loro mercato è in continua espansione: inizialmente vendute solo in farmacia ed erboristeria, oggi le troviamo in qualsiasi supermercato, punti vendita dedicati al benessere e ovviamente online.

Perchè le barrette hanno un tale successo? La prima motivazione è sicuramente la praticità: si possono consumare in qualsiasi luogo e momento senza bisogno di preparare pasti, spuntini e shaker. Si possono tenere in tasca, in borsa, nella propria auto e sono più veloci ed immediati di qualsiasi fast food. Le barrette sono inoltre considerate dietetiche e questo aggettivo rimanda alla concezione che si tratti di un supplemento sano, sicuramente più salutare di uno snack tradizionale dal punto di vista nutrizionale e per la qualità degli ingredienti.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Barretta Proteica 30% 35grWhite Protein 40grCyclone Bar 60g

Praticità e dimagrimento quindi sono aspetti delle barrette proteiche che ben si sposano con l’attuale società, dove la maggior parte delle persone tende a dare molta rilevanza al proprio aspetto fisico e dove i ritmi non sempre consentono di avere tempo a sufficienza anche per il gesto più semplice, quello di nutrirsi.

D’altra parte le barrette sono oggi un prodotto ampiamente commercializzato, non solo da marchi che si occupano del settore, ma anche dalle aziende che producono snack convenzionali e questo può creare confusione nel consumatore. Come orientarsi nell’ampia offerta di barrette proteiche?

Barrette proteiche e sostitutivi del pasto

I sostitutivi del pasto sono barrette monoporzione il cui peso, maggiore rispetto alle altre barrette, oscilla dai 45 ai 120 grammi. Servono a sostituire un pasto completo e contengono (o dovrebbero contenere) zuccheri, proteine e lipidi oltre che minerali e vitamine, nelle giuste quantità. Anche la fibra deve essere presente, in maniera da aumentare il potere saziante del prodotto e migliorare la digeribilità.

I sostitutivi del pasto sono utili a chi vuole rispettare un limite calorico giornaliero e diventano una pratica abitudine a chi in alternativa dovrebbe recarsi al ristorante o alla mensa della propria azienda, configurandosi spesso come una scelta anche decisamente più economica. Fuori casa sappiamo infatti quanto sia più semplice imbattersi in preparazioni troppo condite ed ipercaloriche, che vengono ideate per essere molto più appetibili.

Barrette proteiche o energetiche

Le barrette energetiche nascono per garantire un pronto rifornimento di energia, perfette dunque per chi ha una gara o un allenamento in corso. Si usano ogni volta che il corpo affronta uno sforzo più duro e prolungato. Ovviamente tale esigenza non riguarderà il centometrista, la cui gara dura 10 secondi, ma può diventare molto importante per un ciclista o un maratoneta. Le persone sedentarie e chi pratica sport a livello di amatore non ha bisogno di questi integratori energetici: sono molto ricchi di carboidrati (soprattutto maltodestrine) e pur risultando digeribili sono al contempo molto caloriche e con scarso potere saziante.

Barrette proteiche e a zona

Le barrette proteiche sono utilizzate in particolare dai frequentatori delle palestre: alcune barrette sono bilanciate nei nutrienti, altre contengono soprattutto proteine, pochi lipidi e ancor meno carboidrati. Leggendo le etichette nutrizionali possiamo riconoscere la qualità del prodotto: si tratta di uno snack tradizionale camuffato da barretta proteica o è realmente un valido integratore che merita il prezzo pagato?

Facciamo un esempio pratico: quando acquistiamo una barretta a zona non dobbiamo limitarci a verificare la ripartizione 40/30/30 tra carboidrati proteine e lipidi, ma dobbiamo anche controllare che ci siano acidi grassi polinsaturi. Le “poche calorie” reclamizzate sulla confezione non sono una dichiarazione esauriente ed esaminando gli ingredienti ce ne rendiamo conto: gli zuccheri dovrebbero essere sostituiti da dolcificanti ipocalorici mentre i valori nutrizionali (espressi sui 100 grammi) ci aiutano a scoprire il vero apporto calorico, considerando il peso effettivo della barretta. Ricordiamo che per ogni grammo di grasso si liberano 9 calorie, mentre circa 4 vengono apportate da zuccheri e proteine. Una barretta dietetica non dovrebbe in ogni caso apportare più di 250 Kcal ogni 100 grammi.