Aumento massa addominali, integratori ed esercizi mirati

- Scritto da in Domande Frequenti
aumento massa addominali, integratori ed esercizi mirati

Nonostante frequenti la palestra con impegno e costanza, ti impegni nella dieta e cerchi di assumere integratori adatti e spesso costosi ecco che i tuoi addominali stentano comunque ad uscir fuori. Possono essere tante le motivazioni per questa situazione, tuttavia ciò che accade più di frequente è l’accumulo di grasso superiore al 10% rispetto al totale della massa corporea; risulta quindi necessario intervenire in primo luogo abbattendo tale percentuale, in maniera da favorire la lipolisi e aumentare la massa magra a scapito della grassa.

Secondariamente è possibile che nonostante una buona composizione corporea le fasce muscolari risultino comunque piccole e deboli ed in effetti sono numerosi i bodybuilders che ogni settimana eseguono migliaia di ripetizioni con carichi non adeguati alla crescita muscolare, spesso senza rispettare i giorni di riposo.
Anche in palestra, così come in tanti altri campi del benessere, ciò che conta è la qualità più che la quantità: i tuoi addominali devono essere trattati come ogni altro muscolo e bisogna utilizzare pesi adatti per stimolare le fasce muscolari ancora piccole e scarsamente visibili, anche se puoi già vantare una bassa presenza di grasso o acqua sotto pelle.

L’intenzione di questo articolo è illustrarti alcuni consigli per migliorare la situazione prendendo spunto da una recente ricerca scientifica che mostra i migliori esercizi per lo sviluppo degli addominali nonché suggerirti integratori mirati all’ipertrofia dell’addome (e delle altre fasce muscolari).

Aumento massa addominali: gli esercizi più efficaci

Secondo un recente studio americano gli esercizi in palestra sono stati classificati su base scientifica, stilando una classifica dei migliori 13 sull’impatto nello sviluppo muscolare dell’addome.

Come esercizio di riferimento si è preso in considerazione il classico crunch cui è stato attribuito arbitrariamente il valore di 100%. Di tutti gli esercizi catalogati, la bicicletta si è rivelata l’esercizio più efficiente con un punteggio del 248%; la classica sedia del capitano è un altro esercizio tra quelli maggiormente efficaci nello sviluppo addominale poiché la parte superiore del corpo deve sollevare quella inferiore che tendenzialmente pesa di più, richiedendo uno sforzo di equilibrio e stabilizzazione superiore, tutto a carico proprio degli addominali.

In realtà è corretto notare anche un limite di questa ricerca: a livello muscolare gli addominali non sono collegati agli arti inferiori e quindi un movimento di questo tipo non è fisiologicamente mirato ad allenare l’addome. Questo vale tuttavia anche per tutti quegli esercizi dove i piedi sono vincolati: gli addominali sviluppano forza ma rimangono della stessa lunghezza, si parla infatti di contrazione isometrica. Altri esercizi efficaci per l’addome sono la palla svizzera, gli addominali con gambe sollevate, il plank, il crunch inverso e tradizionale, ab roller e ab rocket.

Aumento massa addominali: gli integratori da affiancare alla dieta

Un integratore specifico riesce a risultare determinante quando si segue un regime alimentare adeguato accompagnato dai corretti tempi in palestra e dai giusti carichi. Gli addominali possono stentare ad emergere essenzialmente per due motivi: sono ricoperti da adipe oppure da uno strato di acqua, la cosiddetta ritenzione idrica. In quest’ultimo caso, spesso il più semplice e veloce da trattare, un drenante o un diuretico possono aiutare a smaltire l’acqua di troppo, ricordandosi comunque di idratarsi abbondantemente durante la giornata dato che l’assunzione di acqua sostiene a sua volta la perdita dell’acqua stagnante. È inoltre fondamentale abbandonare l’abitudine di aggiungere sale a tavola e prediligere l’utilizzo di altre spezie per insaporire i cibi.

Se gli addominali sono invece coperti da uno strato di grasso possiamo sostenere il metabolismo nel bruciare più calorie attraverso i cosiddetti acceleratori metabolici a base di tirosina (un aminoacido che migliora la resistenza e la performance in palestra) o di guggulsteroni (che stimolano l’attività della tiroide e aumentano il livello degli ormoni T3).