Arginina aspartato per migliorare pompaggio e massa magra

- Scritto da in Integratori

L’arginina aspartato è un dipeptide costituito dall’arginina e dall’aspartato, un aminoacido non essenziale che nel ciclo dell’urea è il precursore dell’arginina e partecipa anche alla gluconeogenesi. L’arginina è un aminoacido che il nostro corpo è in grado di sintetizzare dall’ornitina e dalla citrullina ma non sempre nelle quantità ideali per soddisfare il fabbisogno dell’organismo, come spesso accade nei soggetti più giovani.

L’arginina si assimila direttamente quindi anche attraverso la dieta ed è facile trovarla nelle arachidi, nei legumi e nella carne. Dopo che l’intestino l’ha assorbita e inviata ai vari tessuti (soprattutto in direzione del fegato), l’arginina viene utilizzata per portare avanti il ciclo dell’urea, consentendo al corpo di eliminare l’ammoniaca, sostanza di rifiuto prodotta durante l’ossidazione degli amminoacidi. L’arginina è protagonista anche di altre reazioni organiche e regola la funziona immunitaria, la moltiplicazione delle cellule, la risposta ormonale e la sintesi delle nuove proteine. Grazie a queste numerose proprietà l’arginina è spesso usata anche a livello terapeutico e nell’ambito sportivo.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Argilean A2 Pump 120cpsArginina Kyowa 240cprAmino Pump 285g

Arginina aspartato e sport

Integratori di arginina sono comunemente usati per la stimolazione dell’ossido nitrico, che serve a migliorare l’irrorazione dei tessuti muscolari, apportando più ossigeno e nutrimento, aumentando la produzione della creatina e il rilascio dell’ormone della crescita GH. Negli integratori si trova spesso affiancata all’ornitina OKG e alla vitamina B6, che alla fine dell’articolo analizzeremo separatamente.

L’utilizzo di questo genere di supplemento sportivo è finalizzato soprattutto all’aumento della massa magra, ad una maggiore secrezione dell’ormone GH e a migliorare in generale la performance atletica. La presenza contemporanea della vitamina B6 e dell’OKG sostiene il metabolismo degli aminoacidi, aumenta la sintesi delle proteine e regola la detossificazione intervenendo sulla espulsione dell’ammoniaca.

Nonostante non tutti gli studi siano concordi sulla misura dell’efficacia di questo blend, ogni atleta può valutare personalmente gli effetti sul proprio fisico, effetti che dovrebbero risultare maggiori in abbinamento a integratori di creatina e BCAA (aminoacidi ramificati). È importante rispettare le dosi riportate sulle confezioni: in caso di sovra dosaggio potrebbero verificarsi disturbi gastrointestinali, cefalee, crampi addominali. In caso di patologie a carico del fegato o dei reni, nei periodo di gravidanza e allattamento, questo integratore è controindicato: consultare il proprio specialista se si assumono farmaci o in caso di altri disturbi cronici.

Ornitina alfa cheto glutarato OKG

Si tratta di una molecola costituita dall’ornitina unita al ponte alfa cheto glutarato. Questo ponte è di solito prodotto dal nostro corpo a partire dal glutammato privato dei suoi amminoacidi ed è quindi parte della sintesi del glutammato, degli amminoacidi derivati, ma anche del ciclo di Krebs importante per il metabolismo sia del glucosio sia degli acidi grassi, e quindi per la produzione di energia e la gluconeogenesi.

Vitamina B6

Introdotta sotto la forma della pirossidina (presente nei prodotti integrali, nel mais, nella frutta e nei vegetali verdi oltre che nelle uova e nella carne di fegato) viene prima assorbita nell’intestino e poi stoccata a livello epatico. La vitamina B6 viene utilizzata in molteplici funzioni organiche come nel metabolismo degli aminoacidi e dei lipidi, nella formazione dei nuovi neurotrasmettitori ma anche nella gluconeogenesi.