Antiossidanti integratori: elisir di lunga vita

- Scritto da in Integratori

L’importanza degli antiossidanti integratori parte dal presupposto che l’ossigeno, seppur necessario per la sopravvivenza cellulare, può risultare nocivo in particolari circostanze, dando vita ai radicali liberi. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Antiossidanti integratori e radicali liberi

I radicali liberi sono sostanze molecolari o ioniche che sono generate come sottoprodotto di alcuni processi metabolici: sono considerati i principali responsabili dei processi patologici degenerativi, dell’invecchiamento e secondo alcuni studi anche dello sviluppo del cancro. I radicali liberi sono chimicamente instabili e cercano l’equilibrio “rubando” gli elettroni ad altri atomi: le molecole colpite, private a loro volta degli elettroni, si trasformano di fatto in altri radicali liberi che andranno in cerca di legami con nuovi elettroni “altrui” per ritrovare la stabilità chimica, in una reazione a catena che può rappresentare un serio pericolo per la salute.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Vitamin C-1000 100tabsCoenzima Q10 100cpsOmega_3 Fish Oil 180cps

I radicali liberi si formano per varie cause: possono essere generati per via di intossicanti fattori ambientali come l’inquinamento, lo stress, il fumo, l’eccessiva esposizione ai raggi UVA, l’abuso di alcol, oppure fattori endogeni come il metabolismo degli acidi grassi, l’azione dei fagociti e dei mitocondri e così via. Qualsiasi struttura molecolare può essere danneggiata dalla presenza dei radicali liberi, dal DNA ai fosfolipidi fino alle stesse proteine, che subiscono modificazioni strutturali ed enzimatiche.
In ogni caso dobbiamo però ricordare che è l’eccesso di radicali liberi a presupporre un pericolo per la salute, mentre quantità adeguate sono indispensabili per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Antiossidanti endogeni ed antiossidanti integratori

Il nostro corpo ha sviluppato diversi meccanismi interni per proteggersi dai radicali liberi, come la presenza di particolari enzimi antiossidanti (come la catalasi e il glutatione). Tuttavia è importante ricordare che diverse sostanze capaci di contrastare i radicali liberi si ritrovano negli alimenti di tutti i giorni (in particolare frutta e verdura crude) ed ovviamente negli integratori alimentari specifici, in grado di stimolare la detossificiazione dell’organismo: tra queste ricordiamo la vitamina A, C, E, il selenio, i carotenoidi, l’acido lipoico, il coenzima Q 10, ma ce ne sono molti altri.

Antiossidanti integratori e attività sportiva

Durante lo sforzo fisico aerobico e anaerobico di carattere intenso il nostro organismo consuma fino a 20 volte più ossigeno e fino a 100 volte a livello del muscolo scheletrico: questo processo serve ad aumentare l’energia a disposizione ma innesca contemporaneamente la presenza di agenti ossidanti. Si parla a questo proposito di stress ossidativo muscolare che cresce con l’esercizio fisico intenso in modo quasi direttamente proporzionale.

Gli antiossidanti integratori si ricavano dai vegetali ed esplicano la loro massima funzione in concomitanza ad una alimentazione equilibrata e ad un adeguato programma di allenamento fisico. Il loro ruolo, come abbiamo compreso, è quello di inibire l’ossidazione molecolare impedendo ai radicali liberi di prelevare elettroni da altre molecole, attività che originerebbe una reazione a catena dannosa e degenerante per l’organismo.

Siccome la luce, il calore e l’ossigeno riducono la proprietà antiossidante delle sostanze, in genere i migliori integratori sono confezionati con particolare attenzione e si trovano sotto forma di capsule in gel blisterate. Per quanto riguarda il dosaggio è opportuno fare affidamento alle indicazioni riportate in etichetta su ciascun prodotto: alcuni studi indicano una dose di 35 milligrammi giornalieri per ogni chilogrammo di peso tuttavia, per motivi commerciali e di accessibilità economica, solitamente le dosi consigliate sono più basse, di circa 600 milligrammi giornalieri per un individuo di 70 kg; una integrazione più soft che contiene la spesa mensile e che soprattutto sul lungo periodo apporta numerosi benefici, sempre affiancata, è opportuno sottolinearlo, ad un esercizio fisico regolare e a una dieta bilanciata.