Aminoacidi arginina: le reali potenzialità per il bodybuilder

- Scritto da in Integratori Notizie e Novità
aminoacidi arginina per il bodybuilding

Aminoacidi arginina, parliamo di un aminoacido condizionatamente essenziale che viene sintetizzato nel corpo umano degli adulti in quantità adeguate a partire da altri aminoacidi come la prolina, il glutammato e la glutammina.

Per la maggior parte degli individui, la sintesi endogena più la dieta riescono soddisfare il fabbisogno giornaliero di arginina, ma per alcune categorie di persone risulta necessaria spesso un’integrazione. Parliamo ad esempio degli anziani, dei diabetici e dei cardiopatici, degli adolescenti e degli sportivi. Per comprendere tutte le implicazioni dell’arginina sulla prestazione sportiva è opportuno ricordare che questo aminoacido:

  • rientra nella sintesi dell’ossido nitrico, uno dei più potenti vasodilatatori presenti nel nostro corpo, che esercita un effetto diretto nel controllo del tono della vascolarizzazione
  • rientra nei meccanismi di sintesi proteica, come elemento plastico e ricostruttivo
  • aiuta i processi di detossificazione delle sostanze azotate partecipando al ciclo dell’urea
  • in alcune specifiche condizioni agevola la sintesi del glucosio costituendo un importante aiuto ergogenico

Aminoacidi arginina: i miti da sfatare

Nonostante le numerose funzioni dell’arginina e le sue indubbie ripercussioni sulla prestazione sportiva, è opportuno sfatare alcune credenze in merito a tale aminoacido.

Facciamo riferimento in particolare all’associazione normalmente realizzata tra l’arginina e un aumento della concentrazione dell’ormone della crescita, smentita da alcuni studi è confermata da altri: tale correlazione sembra non essere valida universalmente ma dipendente e variabile da soggetto a soggetto. Esistono invece vantaggi che possono essere osservabili da chiunque:

  • l’uso di arginina risulta prezioso per migliorare la prestazione sportiva, poiché tanti studi hanno dimostrato che attraverso un’integrazione si possono prolungare i tempi di allenamento di oltre il 20% migliorando la soglia anaerobica
  • l’arginina consente di aumentare i carichi di lavoro durante il proprio esercizio fisico
  • questo integratore consente di aumentare le capacità energetiche dell’atleta migliorando la performance
  • integrando questo aminoacido riduciamo l’accumulo di lattato, ritardando il senso di stanchezza e agevolando il recupero post allenamento
  • grazie all’arginina si ottiene un miglioramento della vascolarizzazione e un maggiore nutrimento per le fibre muscolari sotto sforzo.

Queste proprietà dell’arginina sono legate all’attività di gluconeogenesi e alla produzione dell’ossido nitrico: in particolare, grazie alla maggiore irrorazione muscolare, molte ricerche hanno evidenziato un miglioramento delle capacità del muscolo di aumentare la propria massa, allontanando allo stesso tempo i caboliti che potenzialmente possono interferire con la contrazione muscolare e con la crescita. L’arginina quindi in tal senso svolgerebbe un effetto sia nutrizionale che detox.

Aminoacidi arginina: le scoperte più recenti

Le innovazioni tecnologiche e le scoperte scientifiche hanno permesso di evidenziare nuove interessanti proprietà di questo aminoacido in ambito sportivo. L’attività fisica intensa e prolungata nel tempo può compromettere gli equilibri cellulari attraverso un maggior stress ossidativo, creando un ambiente più predisposta all’infiammazione, alterando gli equilibri immunologici con un maggior rischio di sovrallenamento e infortunio.

Ovviamente questi aspetti influenzano negativamente le performance e la salute di un atleta, ma grazie all’arginina, specie se utilizzata in sinergia con gli aminoacidi ramificati e l’acido alfa lipoico, si riescono a controllare efficacemente le manifestazioni ossidanti e infiammatorie che caratterizzano esercizio fisico, migliorando la salute del soggetto e ottimizzando anche la stessa performance.

Aminoacidi arginina: modalità di utilizzo e dosaggi secondo la letteratura scientifica

Per quanto riguarda la modalità di utilizzo di questo integratore, il dosaggio ideale sembra essere quello di 3-4 grammi quotidiani: per il calcolo esatto bisogna considerare il proprio peso corporeo e moltiplicarlo per 0.04. Queste assunzioni si riferiscono per lo più ad un uso pre-workout, come sostegno alla prestazione fisica: i risultati si possono osservare già dopo un’integrazione di tre settimane.

Nei dosaggi suggeriti l’arginina non produce effetti collaterali, ma se il quantitativo supera i 6 g quotidiani si possono verificare problemi intestinali, crampi e nausea. L’arginina è sconsigliata in caso di ipertensione, cardiopatia, gravidanza, allattamento e in generale al di sotto dei 12 anni.