Acidi grassi per la salute del cuore e per la massa

- Scritto da in Culturismo Domande Frequenti Integratori Salute Sport

Di tutto lo sterminato panorama degli integratori, sono pochi quelli ritenuti utili a livello universale e raccomandati anche dai medici: tra questi tuttavia possiamo trovare sicuramente gli acidi grassi omega tre. Tali sostanze sono prescritte in particolar modo per chi soffre di problemi di cuore per via degli effetti positivi sul sistema cardiovascolare.

I benefici di una integrazione di omega 3 sono confermati grazie alle numerose osservazioni scientifiche e alle statistiche di incidenza patologica relative alla popolazione eschimese e a quelle che analogamente osservano una dieta ricca di olio di pesce.

Le nostre migliori offerte NutritionCenter.it

Omega Force 100cpsAnimal Omega 30packsHaya Ultra Omega-3 180cps

Il meccanismo attraverso cui gli acidi grassi agiscono deriva dalla loro capacità antinfiammatoria che li vede protagonisti anche di trattamenti quali quelli relativi ad artrite, colite, asma, danni post trauma anche cerebrali e così via.

Acidi grassi: EPA e DHA per migliorare la composizione corporea

Gli acidi grassi più attivi nei confronti delle infiammazioni sono quelli caratterizzati da una lunga catena e dal punto di vista chimico noti come DHA ed EPA. Essi riescono infatti a modulare la risposta immunitaria favorendo la rigenerazione dei tessuti. Tuttavia man mano che il corpo ingrassa vengono generate sempre più molecole infiammatorie innescando un circolo vizioso difficile da invertire.

Una interessante ricerca scientifica ha osservato alcune cavie nell’ambito di una dieta ipercalorica particolarmente ricca di grassi per promuovere uno stato di obesità e di infiammazione generale. A un gruppo di queste cavie però il 15% dei grassi era stato sostituito da EPA e i risultati sorprendenti hanno mostrato un inferiore peso corporeo e per quanto riguarda i tessuti grassi una diminuzione delle dimensioni delle cellule adipose e della diffusione dell’infiammazione stessa. Grazie quindi all’integrazione con questo acido grasso è migliorata la capacità di bruciare i tessuti adiposi ed è migliorato anche l’utilizzo dell’ossigeno.

Omega 3 utili anche per la massa: acidi grassi per chi vuole più muscoli

Gli omega tre quindi sono utili sicuramente per ottenere una migliore composizione corporea a scapito del tessuto grasso ma sono utili anche per quanto riguarda la massa muscolare.

Uno studio condotto su soggetti accomunati da livelli di IGF1 ( fattore di crescita – in quanto si tratta di un potente ormone con capacità anabolica ) bassi, ha previsto la somministrazione per due mesi di 720 mg di EPA e 480 di DHA. Grazie a questa supplementazione si sono registrati livelli superiori del fattore di crescita.

Quel che succede nella realtà è che in situazioni di particolare stress cronico come accade per gli allenamenti, i livelli di questo ormone risultano eccessivamente bassi per poter promuovere la crescita della massa ed inoltre in tale situazione è anche facile registrare un diffuso stato infiammatorio che coinvolge sia il tessuto muscolare sia il tessuto adiposo.

Questa condizione rende particolarmente difficile la costruzione della massa muscolare e la mobilitazione dei grassi per un utilizzo a scopo energetico. Ecco allora che gli acidi grassi omega tre risultano estremamente utili poiché incentivano la presenza del fattore anabolico e contrastano la presenza dell’infiammazione.

Gli acidi grassi omega tre, così come numerose ricerche hanno confermato, possono invertire anche il processo di sarcopenia, ossia di perdita di massa muscolare che avviene solitamente nei soggetti oltre i cinquant’anni di età, quando cioè si inizia a perdere circa l’1% della propria massa ogni anno.

Grazie ad integratori a base di olio di pesce si è determinato un aumento sia della massa che della forza in un gruppo di settantenni oggetto di indagine scientifica. Questo risultato è sicuramente sovrapponibile alle classiche terapie antietà. Se quindi non siete degli abituali consumatori di pesce ma volete comunque trarre il massimo beneficio dagli acidi grassi, la scienza consiglia di assumere integratori con elevata concentrazione di EPA  e DHA ( oppure da 2 a 4 g di olio di pesce ogni giorno ).